I super-saldi nel giorno di festa

 

Oggi è Thanksgiving, una delle pochissime feste di tutti negli States. Tutto fermo o quasi. Un caso raro in un Paese dove per ragioni storiche – i diversi gruppi religiosi – e di organizzazione del commercio – i mall, dove si va soprattutto in giorni in cui non si lavora – orari e giorni festivi di tutti sono una rarità. Quest’anno c’è una grande eccezione: Wal Mart e Target, il primo datore di lavoro d’America e una grande catena di megastore di vestiti e molto altro, hanno deciso di aprire da stasera. Domani è Black Friday, il giorno dei supersaldi, un’altra follia americana. Bene, da stanotte e per tutta la notte chi vuole andare a comprare da Wal Mart e Target può. I lavoratori vengono pagati di più, certo, ma si innesca un meccanismo pericoloso. Se funziona, l’anno prossimo ci penseranno anche Best Buy e JC Penny e altri a fare la stessa cosa. E così addio tacchino (a proposito, qualche milione di poveri pennuti verrà riempito e mangiato oggi) e giorni di festa di tutti. L’idea è tanto più sbagliata perché la stessa frenesia del Black Friday non ha gran ragione di esistere: ormai tra saldi di mezza stagione, giornate speciali, offerte online è possibile trovare merci a prezzi scontatissimi ogni minuto dell’anno. Per tutte queste ragioni le petizioni online che chiedono a Wal Mart e Target di ripensarci hanno raggiunto un numero molto alto di firmatari (questa 370mila). La petizione è scritta da una lavoratrice di Target e pone una questione vera: questo è un giorno che si passa in famiglia, la gente viaggia per andare a casa e in un Paese dove in milioni vivono lontani da casa viaggiare siginifica avere almeno due giorni liberi. Seconda cosa: questo è un Paese che vive di pseudo-tradizioni, che ha una sua religione delgli Stati Uniti, sempre più difficile da tenere assieme mentre il Paese cambia. Se ci si mettono anche le corporation, addio vecchi cari States. Poi non dite che la colpa è degli ispanici.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s