L’ottima sintesi di Arnaldo Testi: perché i liberal sono delusi da Obama (o perché non hanno saputo trasformare la presidenza Obama in una presidenza liberal).

Short Cuts America: il blog di Arnaldo Testi

Barack Obama è stato vittima delle aspettative eccessive che i liberal ripongono nella capacità della presidenza di attuare, per forza propria, energiche politiche riformatrici. E quindi, di conseguenza, è stato vittima delle loro delusioni.

I presidenti riformatori del passato, gli inventori della presidenza moderna come agente di cambiamento, non hanno mai fatto affidamento solo sulla potenza della loro carica (comunque limitata, per ragioni costituzionali e politiche). Hanno agito nel contesto, e con lo stimolo critico e l’aiuto sostanziale, di vigorosi movimenti sociali costruiti dal basso. E si trattava di movimenti con radici indipendenti e vite lunghe e pre-esistenti, con rapporti inquieti ma alla fine fruttuosi con il partito di riferimento. Proprio questo contesto ha contribuito in maniera decisiva, con tutti gli (inevitabili) compromessi della vita, ai loro successi.

E’ stato così per il repubblicano Teddy Roosevelt, a cui l’attuale presidente ha reso un esplicito e malizioso omaggio bipartisan, e…

View original post 459 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s