Lo stupro divino dei repubblicani

Il partito repubblicano è sempre più in mano alla sua ala destra, conservatrice dal punto di vista religioso ed economico. Mitt Romney non è proprio così, ma non è neppure il moderato che oggi dice di essere. Non in economia. Che vinca o perda si aprirà una partita per il controllo del Grand Old Party di quelle furibonde. Abbiamo perso perché continuiamo a candidare moderati contro abbiamo perso perché abbiamo un profilo estremista. I secondi in questo momento sono perdenti, ma sarebbero più forti nella società. Quel che è certo è che i conservatori non temono di fare brutte figure o di esagerare. L’ultima è quella del candidato senatore dell’Indiana Richard Mourdock che parla di gravidanza in caso di stupro e spiega che se dio l’ha voluto ci sarà un motivo. Prima c’era stato Todd Akin in Missouri. E prima ancora il tentativo di definire per legge cosa sia un stupro in senso stretto  – che so, definendo un codice di abbigliamento oltre il quale lo stupro non è proprio uno stupro. Il tentativo venen fatto dalal maggioranza alla Camera, con una legge che firmò anche Paul Ryan. Successe il finimondo, la legge è stata parzialmente ritirata. Il video qui sotto – uno spot della campagna Obama – riprende le dichiarazioni di Mourdock e ricorda come Mitt Romney abbia dato una mano alla sua campagna girando uno spot per lui.

Ecco un caso di quelli che parlano alle donne e che di certo Romney vorrebbe evitare a due settimane dal voto. Per ora Obama, che è il re dell’autocontrollo, ha solo fatto la gaffe (manipolata) su You didn’t build this.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s