L’ultimo match: la politica estera

Stasera Obama e Mitt Romney incroceranno i guantoni per l’ultima volta. Oggi sono usciti quattro sondaggi preoccupanti: i due contendenti alla Casa Bianca sono davvero vicini. Il risultato del voto sembrerebbe davvero dipendere dalla capacità di ground operation che le campagne sapranno fare negli ultimi giorni. Su questo Obama è in vantaggio. Il dibattito di stasera è tradizionale e riguarda la poltiica estera. Non il tema preferito degli americani. A Obama serve di vincere. A Romney di non fare gaffe. Lo sfidante attaccherà sull’attacco all’ambasciata di Bengasi e sull’Iran (Teheran promette colloqui diretti dopo le elezioni). Più forza, più aggressività, più muscoli. Romney probabilmente non tradurrà questo atteggiamento in proposte dirette. Che fare? Bombardare Teheran o dare carta bianca a Israele, aprire guerra commerciale con la Cina e intervenire in Siria? Romney non lo dirà. Obama risponderà con Osama bin Laden, la complessità della primavera araba e alcune scelte fatte sulla Cina (dalla crisi del dissidente cieco Chen Guangcheng, risolta nel migliore dei modi, la denuncia al WTO sugli pneumatici e l’apprezzamento dello yuan). Infine ricorderà l’aumento della cooperazione militare con Israele e la caccia ad al Qaeda. E cercherà di offrire una visione in politica estera. Infine incalzerà Romney, chiedendogli: ci spiega agli americani cosa faresti. Posso sbagliare, ma Obama dovrebbe cercare di essere meno aggressivo che non nel secondo dibattito. Tornare a essere presidenziale, ma chiaro e risoluto. Romney ha fatto talmente tante brutte figure in politica estera – olimpiadi di Londra, Russia, Libia –  che non fare danni, per lui sarebbe una vittoria.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s