Tutti per uno (Barack)

Bill Clinton giovedì sarà a Parma, Ohio, assieme a Bruce Sprngsteen. Morgan Freeman è la voce narrante in questo spot. Michelle e Joe Biden battono il Paese. Manca solo Hillary, che ha molto lavoro da fare e qualche ambizione per il futuro. Comunque sia, mentre i repubblicani scatenano le cannoniere e inondano di spot le televisioni degli Swing States, la campagna Obama dirige più volontari che può nei quartieri fondamentali per mantenere il controllo negli stessi. C’è una scienza quasi esatta, si decide dove bussare e dove no, si sa in quali strade è utile o inutile andare (perché ti voteranno già, perché non lo faranno mai). E poi si usano le cannoniere umane. In Ohio Clinton e Springsteen sono la coppia perfetta per parlare agli operai bianchi. Gli stessi a cui ha parlato Joe Biden durante il dibattito con Paul Ryan. Sono fondamentali per qullo Stato, per tutto il resto del Midwest, in parte per la Virginia. E non gli piace Obama. A proposito di Obama, una certa parte del Paese è delusa, un’altra ancora entusiasta e pronta a darsi da fare. Ma lui sembra essersi un po’ smarrito. Alla campagna in generale, fino ad oggi è mancato un po’ il messaggio. Il Forward reso sinteticamente. Questo spot qui sotto, quello narrato da Morgan Freeman, mi sembra una delle cose migliori prodotte a oggi. Trenta secondi, poche immagini, un messaggio.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s