Economia e controllo delle nascite

C’è poco da fare, con la crisi economica e l’incertezza per il futuro gli americani, di solito piuttosto prolifici, hanno deciso di fare meno figli. I dati diffusi dal Centre for Disease Control and Prevention almeno rilevano questo. Per il quarto anno consecutivo si fanno meno figli, ma il declino rallenta (solo l’1% in meno rispetto al 2010). Era successo altre volte e comunque gli Usa sono ancora a una media di 1,9 figli per coppia, ovvero quasi in equilibrio per mantenere la popolazione stabile. Nel 2011 i nati sono poco meno di quattro milioni, il record degli ultimi anni era 4,3 nel 2007. Che sia la crisi a produrre un tasso di nascita più basso lo dimostra il fatto che il gruppo in cui la contrazione è più clamorosa è quello degli ispanici, che sono anche la componente più prolifica. Il dato positivo riguarda le madri teenager: anche questo numero cala – in maniera costante – dagli anni 90. E nel 2011 tocca un record negativo. Le ragazze usano più che in passato la pillola e altre tecniche di contraccezione. Ma non lo dite ai governatori repubblicani e alla chiesa cattolica americana, che su questo hanno scatenato una crociata.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s